I pali Campion saldati con una gru a sbalzo speciale AxA

Siamo negli anni Sessanta, a Fratta Polesine, in provincia di Rovigo. I fratelli Adriano e Otello Campion lavorano nella carpenteria di loro padre, Dino Campion. E’ quasi per caso che cominciano a creare i primi pali per l’illuminazione, lo fanno su richiesta del sindaco, per illuminare il viale della stazione del paese. Sono gli anni del boom economico, macchine e strade si moltiplicano e da quello che sembrava un lavoro come un altro, i due fratelli fanno nascere un business che li porterà molto lontano. Dopo pochi anni, questa linea produttiva, frutto della creatività e dell’ingegno dei due giovani, diventa una vera e propria azienda. Oggi Pali Campion è una realtà industriale che si estende su un’immensa area di 50.000 mq, vengono utilizzate attrezzatture all’avanguardia e i prodotti sono esportati in tutto il mondo. L’azienda ha la certificazione ISO14001 per il sistema di gestione ambientale e la certificazione OHSAS 18001 per la salute e la sicurezza dei lavoratori.

“Oggi progettiamo, produciamo e commercializziamo pali e torri monotubolari in acciaio e accessori per l’illuminazione, arredo urbano, trasporto energia, telecomunicazioni e segnaletica – spiega Antonella Katia Campion, responsabile impianti della Pali Campion -. Al nostro interno riusciamo a coniugare la produzione standard tipica dei processi industriali alla cura dei dettagli che è prerogativa del lavoro artigianale”. 

Da qualche mese la fase della saldatura di alcuni pali viene eseguita grazie a una gru a sbalzo AxA modificata con una soluzione personalizzata appositamente per l’azienda.

“La personalizzazione del prodotto è uno dei nostri punti di forza – spiega Marco Marabini, Direttore commerciale e Marketing AxA Group -, un esempio è proprio la collaborazione di primo impianto con le aziende che producono saldatrici pensili. Nel caso della Pali Campion siamo riusciti a integrare in una nostra Gru girevole a sbalzo zavorrata (modello 01M5) la centrale, l’impianto di raffreddamento e la saldatrice a punti”.

“Solitamente operiamo tramite carroponte, ma certe zone non sono raggiungibili e così avevamo necessità di poter disporre di un apparato che fosse movimentabile in queste aree – continua Antonella Katia Campion -, la soluzione prospettata da AxA Group è ottimale, la flessibilità nei movimenti della puntatrice permette al nostro operatore di lavorare in maniera rapida, precisa e comoda. In precedenza la puntatrice era montata su un paranco fisso e non riusciva a raggiungere tutte le parti del palo”.

La gru a sbalzo 01M5 permette di sollevare e movimentare carichi fino a 500 kg, permette un’agile rotazione di 360° ed è dotata di ruote pivotanti ad alta portata ed elevata scorrevolezza. E’ equipaggiata di pompa a mano a doppio effetto estremamente leggera che consente un sollevamento veloce. Infine un volantino di discesa del braccio posizionato in prossimità della pompa permette la regolazione della velocità di discesa, il braccio è estensibile in 4 diverse posizioni.

“La 01M5, come tutti i nostri modelli, rientra in tutti i parametri per la sicurezza del lavoratore – conclude Marabini -, non richiede alcuna certificazione né abilitazione per chi lo utilizza. La personalizzazione realizzata per Pali Campion è rappresentativa del grande numero di applicazioni che possiamo ideare per risolvere problematiche, sempre con costi contenuti e con risultati certi in termini di efficacia ed efficienza”.

 

 

 

News e Case History

Una gru a sbalzo 01B5P si destreggia tra gli spazi dell’Officina meccanica FRM

Una gru a sbalzo 01B5P si destreggia tra gli spazi dell’Officina meccanica FRM

Siamo appena a sud della città di Firenze, per la precisione a Bagno a Ripoli, tra le prime dolci colline che anticipano la zona del Chianti. Qui, nella patria dell’arte, della letteratura e del buon vino, si possono anche produrre ingranaggi di alta qualità e precisione, come fa l’officina meccanica FRM.

Omso, un’altra storia di genialità italiana

Omso, un’altra storia di genialità italiana

Omso, un’altra storia di genialità italiana Quella dell’Omso è l’ennesima storia di successo della Packaging Valley emiliana, quella lunga striscia di eccellenza che segue la via Emilia e che non conosce crisi, esportando macchine automatiche in tutto il mondo. La...

Share This